AdMedia

Carenza di personale all'ospedale, stop alle ferie a Torre e Boscotrecase: pressing dei sindacati

11 Luglio 2018 Author :  

Stop alle ferie estive per carenza di personale: è stato di agitazione negli ospedali all'ombra del Vesuvio. Di fronte all'emergenza e al boom di accessi, soprattutto al pronto soccorso, la direzione sanitaria degli Ospedali Riuniti dell'Area Vesuviana ha disposto il «blocco temporaneo del godimento di congedi, permessi e ferie» per tutto il personale medico e paramedico, per ora fino a domenica prossima. Il provvedimento, a firma del direttore sanitario Asl Napoli 3 Sud, Mauro Muto, è rivolto anche a coloro che avevano già ottenuto le ferie, in base ad un programma definito nei mesi scorsi, e che dovranno disdire eventuali prenotazioni turistiche. Lavoro no stop, quindi, per tutto il personale dei presidi Maresca di Torre del Greco e Sant'Anna e Maria SS. della Neve di Boscotrecase che servono un bacino di centinaia di migliaia di persone. «Nel corso di questa settimana si è ulteriormente aggravata - si legge nella nota del direttore sanitario - la già cronica carenza di personale del comparto e della dirigenza medica a seguito di sopravvenute assenze correlabili a malattie o infortuni. Questa situazione rende impossibile la regolare effettuazione dei turni di servizio ed ha inficiato anche il programma di ferie estive che si era per tempo definito». L'insufficienza di medici e infermieri riguarda tutta l'area dell'emergenza e del pronto soccorso, in particolare i reparti di Ortopedia, Medicina d'Urgenza e Cardiologia-Utic, per cui il blocco è necessario «per assicurare continuità assistenziale». Tra l'altro il presidio di Boscotrecase deve colmare le carenze dell'ospedale Maresca, prima a rischio chiusura ed ora al collasso con la perdita spasmodica di reparti e la mancanza di specialisti come cardiologi e radiologi. Non è chiaro se il provvedimento sarà prorogato con l'insediamento del nuovo direttore sanitario. Sul piede di guerra i sindacati autonomi che sostengono i lavoratori: una nota unitaria delle sigle Fsi Usae e Nursing Up dichiara lo stato di agitazione e richiede un incontro urgente ai vertici dell'Asl Na 3. «Il problema della carenza di personale dice Antonio Cascone, segreterio regionale di Fsi Usae - sussiste da tempo e abbiamo chiesto più volte all'Asl di trovare una soluzione, ma non si è fatto molto. Adesso l'azienda si trova costretta al blocco delle ferie, penalizzando il lavoratore che deve rimetterci anche il rimborso di eventuali vacanze prenotate». «È stato necessario il blocco - ha detto Angela Improta, Ufficio Relazioni Pubbliche Asl Na 3 Sud - in quelle aree in cui c'è il problema della risposta all'emergenza e il nostro scopo primario è garantire l'assistenza ai nostri pazienti. Per quanto riguarda il personale noi stiamo seguendo regolarmente la prassi dei concorsi». Intanto, il direttore generale Asl Napoli 3 Sud, Antonietta Costantini che ha preso visione ieri della nota ha fatto sapere di volere approfondire la situazione richiedendo informazioni sulle assenze di personale «sopravvenute» a causa di infortuni e malattie.

Punto Vesuviani News

PuntoVesuvianiNews è un giornale online che si occupa del territorio tra Napoli, l'area Napoli Nord e i Vesuviani. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2