AdMedia

Pompei. Racket al Bingo, condannato 'o Profeta

04 Ottobre 2018 Author :  

POMPEI. Imprenditore costretto a pagare ogni mese il pizzo al clan Cesarano, ma -in dieci anni - la rata era passata da 500 euro a 4mila. Arriva la condanna a 9 anni di carcere anche per Luigi Di Martino, alias ’o profeta, uno dei capi del clan Cesarano di Ponte Persica, periferia tra Pompei e Castellammare di Stabia. Arrestato nel 2016, nel corso delle indagini coordinate dalla Dda di Napoli, è venuto fuori tutto il “sistema” del racket imposto ad alcuni imprenditori del settore dei giochi. Prima al bingo, poi anche a chi riforniva i locali di slot ma- chine e videopoker. Ieri mattina, con rito ordinario, si è chiuso il processo di primo grado per Di Martino, unico non giudicato in abbreviato.

Punto Vesuviani News

PuntoVesuvianiNews è un giornale online che si occupa del territorio tra Napoli, l'area Napoli Nord e i Vesuviani. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2