Boscoreale, noto ragioniere in carcere per assegni rubati

13 Marzo 2018 Author :  

BOSCOREALE. Ricettazione di assegni rubati e calunnia nei confronti di alcune vittime: va in carcere noto ragioniere boschese. I carabinieri della stazione di Boscoreale, guidati dal comandante Massimo Serra, hanno notificato ieri mattina un ordine di carcerazione emesso dall'Ufficio Esecuzioni Penali del Tribunale di Torre Annunziata nei confronti di Giuseppe Matrone, 60 anni, professionista boschese, nel 2011 coinvolto (a piede libero) in un'inchiesta su un giro di titoli finanziari rubati all'ombra del Vesuvio.

La condanna

Matrone, infatti, è stato condannato in via definitiva a 4 anni di reclusione in carcere per ricettazione e calunnia, con pena detentiva confermata anche dalla Corte di Cassazione la scorsa settimana. Il 60enne dovrà scontare la sua pena in una cella del carcere di Poggioreale, dove i carabinieri l'hanno accompagnato ieri mattina al termine delle formalità di rito espletate presso la caserma di Boscoreale. L'inchiesta, coordinata dalla Procura di Torre Annunziata, aveva smascherato un giro di assegni rubati e riciclati, grazie alla mediazione di Matrone, che provvedeva ad incassare le somme di denaro. Nel corso del procedimento, il ragioniere di Boscoreale è stato anche accusato di calunnia per false dichiarazioni nei confronti di alcune 

Punto Vesuviani News

PuntoVesuvianiNews è un giornale online che si occupa del territorio tra Napoli, l'area Napoli Nord e i Vesuviani. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178