AdMedia

LaCasadelSollievo

Mare di Portici particolarmente inquinato: Puglia (M5S) porta il caso in Parlamento

11 Febbraio 2019 Author :  

Mare di Portici particolarmente inquinato, il Senatore Sergio Puglia scrive al Ministro Costa. "Al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare. - Premesso che: nel periodo intercorrente tra i mesi di aprile e maggio dello scorso anno venivano resi pubblici, con capillare diffusione sul tutto il territorio nazionale, anche a mezzo della carta stampata, i dati afferenti alla situazione in cui versava il mare in Italia; in particolare, i dati raccolti da "Cnr", "Ismar" e "Greenpeace" segnalavano che, tra gli altri, il mare di Portici fosse particolarmente inquinato, essendo al suo interno presente un'abbondante quantità di plastica. Dall'analisi effettuata risultava che i picchi più rilevanti si fossero registrati proprio nelle acque di Portici, tanto che il golfo di Napoli risultava, anche a occhio nudo, più inquinato di altri; il quotidiano "la Repubblica" recitava, infatti, in un articolo del 23 aprile 2018, testualmente che "In alcune zone è come nuotare fra 8.900 pezzi di plastica"; considerato che: il suddetto articolo di stampa riportava inoltre, a proposito della plastica, che: "A preoccupare maggiormente gli scienziati, inoltre, c'è il fatto che il Mediterraneo - dove si rischia di perdere il 50% della biodiversità a causa delle azioni dell'uomo - sia un bacino semi-chiuso fortemente antropizzato, con un limitato riciclo d'acqua che ne consente l'accumulo".Nel medesimo studio, infatti, i ricercatori sono giunti alla considerazione che le microplastiche trovate fossero imputabili alla presenza di prodotti per l'igiene personale, cosmetici, dentifrici e alla frammentazione e decomposizione di materiali plastici di dimensioni più grandi; allo stesso modo, è emerso che a Portici, in particolare, si trovassero valori importanti e significativi di microplastiche per metro cubo e che vi si trovassero nelle medesime acque 14 diversi tipi di polimeri, per lo più plastiche di polietilene; considerato ancora che non risulta agli interroganti, salvo smentita, che la situazione delle acque dei nostri mari, in particolare quella di Portici, sia mutata in meglio, non essendo, evidentemente, nelle more, intervenuto nessun serio intervento risolutivo. Considerato infine che, a parere degli interroganti: la tutela del mare è un obiettivo e un impegno imprescindibile dal quale non ci si può esimere, anche per assicurare il rispetto della sicurezza e della salute pubblica; oltretutto, la stagione balneare tra pochi mesi avrà inizio e, conseguentemente, risulta opportuno preoccuparsi di assicurare che le località turistiche interessate dalla ricerca siano messe nelle condizioni di poter ospitare, in sicurezza e in salute, i turisti che nel corso dell'estate vorranno arrivare.Si chiede di sapere: se il Ministro in indirizzo sia a conoscenza dei fatti esposti e se, alla luce delle argomentazioni esposte, intenda procedere all'avvio di un'attività ispettiva dello stato di salute dei nostri mari, avendo riguardo di considerare lo stato allarmante in cui, secondo la citata ricerca, versa il mare di Portici; se non ritenga, conseguentemente, opportuno avviare, sin da subito, ogni attività ritenuta idonea a ripulire l'acqua dei mari interessati dalla descritta ricerca, anche promuovendo campagne di sensibilizzazione, volte al rispetto dell'ambiente.

bannerpostoriservto

20150609 080954

Punto News Channel

Punto Vesuviani News

PuntoVesuvianiNews è un giornale online che si occupa del territorio tra Napoli, l'area Napoli Nord e i Vesuviani. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2