AdMedia

Nola. Fca-sindacati, confermati 9 modelli: "Così piena occupazione in Italia"

11 Luglio 2018 Author :  
Fca conferma ai sindacati che produrrà in Italia nove degli undici modelli previsti dal piano industriale per l'Europa e assicura che questo permetterà di raggiungere la piena occupazione entro la scadenza degli ammortizzatori sociali. È passato poco più un mese dal Capital Day di Balocco e al Lingotto di Torino la direzione di Fca incontra il Comitato Aziendale Europeo (Cae), che rappresenta gli oltre 80.600 dipendenti del Gruppo. Due giornate di confronto alle quali partecipano anche delegazioni sindacali di Polonia, Austria, Belgio, Francia, Germania, Repubblica Ceca e Spagna e il responsabile per l'Emea di Fca, Alfredo Altavilla. «Entro un anno Mirafiori e Pomigliano avranno un nuovo modello. È un elemento di rassicurazione, sarà nostra cura monitorare nei prossimi mesi lo stato di avanzamento del piano», commenta Ferdinando Uliano, segretario nazionale Firn. Deluso, invece. Michele De Palma, responsabile auto della Fiom, che chiede un confronto tra i sindacati, il ministro Luigi Di Maio e l'azienda: «C'erano grandi aspettative sul futuro degli stabilimenti italiani, in particolare Mirafiori, Pomigliano e Pratola Serra dove si producono i motori diesel. Non c'è stato alcun tipo di rassicurazione. L'azienda ha confermato che non presenterà un piano industriale complessivo, ma procederà step by step con l'annuncio dei singoli modelli». «A Mirafiori e Grugliasco - aggiunge Federico Bellono, segretario generale della Fiom torinese - i contratti di solidarietà sono attivi fino a settembre. Questo vuol dire che fra due mesi bisognerà decidere il nuovo ammortizzatore sociale. Spero che in quell'occasione l'azienda sappia dirci cosa intende fare». «Quello che occorre chiarire sono le tempistiche e i dettagli di assegnazione delle nuove produzioni in Italia che auspichiamo possano dare una prospettiva positiva a tutti i lavoratori, superando le aree di cassa integrazione e di utilizzo degli ammortizzatori sociali», osserva il segretario generale Fismic Confsal Roberto Di Maulo, mentre Gianluca Ficco, responsabile auto della Uilm, chiede «di rivedere i vincoli draconiani del Jobs Act per gli ammortizzatori sociali».

bannerpostoriservto

20150609 080954

Punto News Channel

Punto Vesuviani News

PuntoVesuvianiNews è un giornale online che si occupa del territorio tra Napoli, l'area Napoli Nord e i Vesuviani. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178