AdMedia

Namastè. Il bisogno di approvazione: tu cosa avresti fatto al posto mio?

15 Ottobre 2018 Author :  

Namastè cari lettori!
A chiunque è capitato di fare domande del tipo “Credi che abbia fatto la scelta giusta?”, ” Tu come ti saresti comportato?”. Tale modalità di agire nasconde in realtà il bisogno di ricevere approvazione e quindi la necessità di delegare ad altri la responsabilità di scegliere per noi. L’accettazione sociale infatti è un bisogno naturale che tutti, in misura minore o maggiore abbiamo, in quanto individui sociali che si sentono parte di una comunità ed hanno la necessità di vivere un forte senso di appartenenza. Sin da piccoli abbiamo bisogno dell’approvazione esterna affinché si sviluppi una sana autostima. Immaginiamo ad esempio che un genitore sottolinei i difetti del proprio figlio piuttosto che i pregi, che non abbia fiducia in lui o gli dica continuamente che è un disastro o una nullità. Quel bambino, probabilmente, diventerà un adulto con bassa autostima e cercherà continuamente l’approvazione altrui, a meno che l’ambiente extra familiare (insegnanti, amici, conoscenti) compensi le mancanze vissute in famiglia. L’ immagine che abbiamo di noi stessi dipende quindi dai feedback che riceviamo dal mondo, ecco perché a tutti fa piacere che gli altri ci amino, ci elogino o ci facciano sentire accettati, ma attenzione: il disagio nasce quando il proprio benessere personale dipende esclusivamente da ciò che gli altri pensano. Albert Ellis, noto psicologo cognitivo, pone il bisogno di approvazione in cima alla lista delle convinzioni irrazionali umane che ostacolano il raggiungimento degli scopi poiché l’uomo è convinto che la mancata realizzazione dei propri desideri sarebbe terribile e insopportabile. Crediamo che per essere felici abbiamo bisogno dell’amore altrui e che se piacciamo a tutti, avremo più relazioni positive e ci sentiremo persone interessanti e degne di amore. Tale credenza ci spinge a cambiare idea continuamente per paura di perdere l’approvazione altrui, ad essere arrabbiati quando qualcuno non è d’accordo con noi, a guardare compulsivamente il numero dei like ricevuti ad un post pubblicato sui social, a preoccuparsi troppo di essere vestiti bene o ancora a non esprimere le nostre opinioni per paura di non essere accettati. Se imparassimo invece a modificare le nostre credenze, impareremo anche ad eliminare quello sfrenato desiderio di approvazione. È necessario pensare e riflettere sul fatto che:
• non possiamo piacere a tutti, ci saranno sempre persone che ci criticheranno;
• gli altri non possiedono la verità assoluta per cui il loro giudizio non è più veritiero del nostro;
• ognuno di noi ha il proprio valore, non siamo da meno a nessuno;
• quando riceviamo una critica, non dobbiamo percepirla come un attacco alla nostra persona piuttosto un’opinione diversa dalla nostra;
• bisogna essere se stessi con la propria autenticità senza preoccuparsi dell’opinione altrui;
• è necessario credere in se stessi rafforzando la propria autostima;
• ognuno ha i propri gusti, le proprie opinioni e per fortuna siamo tutti diversi!

Cari lettori, con piccoli accorgimenti, capirete che ciò di cui abbiamo davvero bisogno è prima di tutto l’amore verso noi stessi. Solo in questo modo miglioreranno le nostre relazioni con gli altri e riceveremo dal mondo circostante quell’affetto che disperatamente invano cerchiamo quando ci sforziamo di ottenere il consenso degli altri.
“Non lasciate che il rumore delle opinioni altrui zittisca la vostra voce interiore” cit. Steve Jobs
Namastè!

Dottoressa Rossella Bisogno
Psicoterapeuta
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Studio di Consulenza Psicologica
Via S. Maria del Rovo 2 bis, Cava de’ Tirreni (SA)
Rubrica Namastè
Curatrice dr.ssa Marciano

Punto Vesuviani News

PuntoVesuvianiNews è un giornale online che si occupa del territorio tra Napoli, l'area Napoli Nord e i Vesuviani. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2