AdMedia

LaCasadelSollievo

Torre del Greco. Campania: De Luca, piano lavoro per fermare emorragia giovani

15 Maggio 2019 Author :  

''E' il nostro tentativo per fermare l'emorragia di giovani che investe il Sud e la Campania''. Presenta cosi' il piano regionale per il lavoro messo in campo dalla Regione Campania, il governatore Vincenzo De Luca. De Luca e' intervenuto questa sera all'incontro pubblico organizzato dalla consigliera regionale Loredana Raia e da tutto il gruppo consiliare DEL Pd a palazzo Santa Lucia nella sala della Santissima Trinita' di Torre del Greco (Napoli). ''Il piano prevede - ha spiegato il presidente della giunta della Regione Campania ai tanti presenti - un anno di formazione. Per questo parliamo di corso-concorso pagato dalla Regione Campania 1.000 euro al mese per i ragazzi e le ragazze che andranno presso i Comuni, la Corte di Appello di Napoli e Salerno, presso la Regione e le aziende regionali a fare formazione. Dopo un anno di formazione saranno stabilizzati con un colloquio finale''. ''Procedure trasparenti - ha concluso De Luca - serie, con l'obiettivo di dare il lavoro ai giovani campani. Il lavoro, non l'assistenza: perche' il lavoro ti da' la possibilita' di farti una famiglia, accendere un mutuo per comprarti una casa''.

Buonavita (Cisl), piano lavoro, avanti cosi'

"Andiamo avanti con il Piano Lavoro del presidente De Luca, il cui contributo di merito che la Cisl ha provato ad offrire si e' focalizzato sulla garanzia della fattibilita' del processo dal punto di vista normativo, la concretezza della possibilita' e sostenibilita' economica da parte degli enti utilizzatori, la capacita' di generare reali occasioni di lavoro per i giovani, e non solo". E' quanto sostiene Doriana Buonavita, segretaria generale della Cisl Campania intervenuta all'iniziativa di Torre del Greco della Regione Campania. "Esperienza positiva, che potrebbe essere presa a modello come ha dichiarato il ministro della P.A. Giulia Buongiorno, che pero' rallenta le liberatorie sui vincoli assunzionali a cominciare dalla mobilita'. Se il progetto piace alla ministra ma non si va in deroga al fabbisogno, alle risorse economiche, alla mobilita' e' solo chiacchiericcio. Quello che noi chiediamo e' di fare attenzione nel rispettare i criteri di selezione e che le nuove generazioni che entrano con i nuovi concorsi abbiano inquadramenti adeguati ai cambiamenti intervenuti nella Pa. Come Cisl riteniamo che nella Pubblica Amministrazione vanno declinati e promossi i processi gia' previsti in Industria 4.0, per poter costruire una classe dirigente piu' competente, ringiovanita e competitiva - continua Buonavita - Le misure relative a formazione, sviluppo e crescita devono camminare a braccetto, in un percorso di virtuosismo funzionale in grado di produrre risultati tangibili e misurabili in termini di crescita dei livelli occupazionali". "Nei prossimi cinque anni nel nostro Paese andranno in pensione circa 450 mila persone. Occorre accelerare fortemente i tempi di reintegro. Per il Sud e' una grande occasione per abbassare l'eta' media dei lavoratori e aumentare il numero dei laureati. L'innalzamento della qualita' dei servizi alla collettivita' e la possibilita' di costruire una concreta risposta in termini occupazionali per il territorio - CONCLUDE - Questi i due obiettivi fondamentali che il Piano per il Lavoro lanciato dal presidente dovra' perseguire".

bannerpostoriservto

20150609 080954

Punto News Channel

Punto Vesuviani News

PuntoVesuvianiNews è un giornale online che si occupa del territorio tra Napoli, l'area Napoli Nord e i Vesuviani. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2